Follow this blog with bloglovin

Follow RomeInFashion

venerdì 4 febbraio 2011

Sanctuary di Gregory Crewdson in mostra alla Gagosian gallery di Roma


Atmosfera quasi surreale nelle foto di Gregory Crewdson che ritraggono i set cinematografici di Cinecittà.
In Sanctuary i tratti tipici del documentario svelano la vita nascosta dei film e l’eredità fisica e materiale che questi lasciano. Artificio e realtà si fondono come in un lungometraggio mai esistito perché composto da un unico fotogramma.
Calma, mistero, malinconia, questo ciò che affiora dai quarantuno lavori fotografici in B/N dell’artista statunitense, che ha saputo cogliere e immortalare la sottile linea tra realtà e finzione, tra bellezza e decadenza.
La totale assenza umana trasforma il set cinematografico abbandonato da semplice ambientazione a soggetto delle fotografie. Architetture deserte, quasi relitti. Visibili impalcature dietro a costruzioni d’epoca circondate da spazi ricoperti da erbacce. Statue in rovina, graffiti sui muri, pozzanghere e raggi di luce appena accennati. La dimensione intima del bianco e nero amplifica l’intensità e la suggestione di ogni immagine, enfatizza l’inquietudine e la malinconia comunicata da ogni scatto.

In mostra da Giovedì 3 febbraio a Sabato 5 marzo 2011





giovedì 3 febbraio 2011

Limited-Unlimited: occhiali in legno di Sandro Gonnella

video

Out of the Time: Guardaroba di Signora

Il sostantivo incanto esprime alla perfezione ciò che l'evento Limited-Unlimited, tenutosi nella prestigiosa biblioteca Casatense, ha creato a noi di Rome in Fashion. Una serie di sale buie, illuminate da torce, costituivano solo l'antipasto della meravigliosa progettazione della location. La grandezza degli spazi ed il gioco di luci hanno esaltato alla perfezione opere esclusive di quaranta designer. Iniziando il suggestivo percorso, al centro della stanza erano esposti abiti di stilisti contemporanei, come Carta e Costura, Serra, De Vincenzo e De Couture. Tutto intorno una serie di teche mostravano gioielli ed accessori preziosi. Oro, argento, collane di diamanti...uno sbrilluccichio accecante! Il tocco davvero glam? I nomi degli artisti scritti su pagine di libri aperti! Ad accrescere lo stupore di questi pezzi unici, ai lati della sala accanto agli antichi volumi presenti negli scaffali, alcuni abiti di grandi stilisti del Made in Italy tra gli anni 60' e 80'. Tra questi, creazioni di Valentino, Sarli e Capucci hanno fatto da cornice ad un evento dell'haute couture italiana unico nel suo genere! 

















Intervista e backstage di Elisa Palomino per RomeInFashion









mercoledì 2 febbraio 2011

Elisa Palomino A/I 2011-2012

La collezione di Elisa Palomino: un dono per AltaRoma

Un regalo. Un immenso dono alla manifestazione: è stata questa l'esclamazione di Clara Tosi Pamphili - membro del consiglio di amministrazione di AltaRoma - non appena giunta dietro le quinte del backstage della sfilata di Elisa Palomino. Ed il giudizio della celebre blogger Nunzia Garoffolo non è stato da meno.
Una collezione autunno/inverno 2011/2012 immensamente colta e sofisticata. Basti pensare che il concept d'ispirazione affonda nella figura mitica e raffinata di Sadda Yacco, prima geisha attrice della storia. Il risultato è stato un elegante mix di chiffon e maglia tricot, broccati e pelli scamosciate, piumini decorati e kimono. D'altronde perchè rinunciare alla propria femminilità in inverno?
Assolutamente deliziose le stampe, il cui tema portante non poteva che essere floreale: iris, peonie, malvarosa, glicini e crisantemi. Proprio il crisantemo nero, simbolo della perfezione e della semplicità, ha decorato il pezzo forte della collezione: un magnifico cappotto di pelle nera. Emozionantissima la fontana finale, durante la quale la stilista di origine valenziana -recentemente selezionata da Franza Sozzani per "Whoisonnext?" - è stata omaggiata con un lungo e caldo applauso.
















Addy Van Den Krommenacker P/E 2011

Un'oasi hollywoodiana nel centro storico di Roma.

Nemmeno noi di Rome In Fashion sapevamo bene cosa aspettarci quando siamo arrivate da VBH.
Creato da Bruce Hoeksema, il brand di borse è riuscito in poco tempo a guadagnare il consenso delle più importanti star di Hollywood - prima fra tutte Sarah Jessica Parker, seguita da Gwyneth Paltrow - e il successo non accenna a diminuire! Tra le sue clienti più affezionate anche Michelle Obama, Oprah Winfrey, Mary J. Blige, Naomi Watts, Cheryl Cole, Gwen Stefani e Heidi Klum.
Anche nell'arredamento loft-esque, il lussuoso monomarca di Via San Giacomo riflette il gusto, lo stile e la cura per i dettagli con cui sono ideate e realizzate le clutch e le pochette VBH, tutte cucite a mano in Italia. Impossibile non rimanere colpiti dal modello Manila, declinato in tantissimi colori, dal verde brillante al fuscsia passando per l'oro, l'argento e il nero, e in altrettanti materiali come la pelle di pitone e di coccodrillo ma anche la pelle di vitello, struzzo o alligatore.
Trainati dal successo delle borsette da sera, anche le vendite dei modelli da giorno, sicuramente più pratici ma non meno belli, sono in forte crescita.
Il prezzo? dai 1000€!!!













Glamorous Peaceful Warrior Woman per Addy Van Den Krommenacker

Con la collezione P/E 2011 ispirata Jane Fonda e Brigitte Bardot, Addy VD Krommenacker esplora nuovi orizzonti. Il designer olandese porta in passerella una donna forte e determinata, che però non rinuncia alla sua femminilità e alla sua eleganza. Una donna competitiva che motra consapevolmente la sua essenza, definita dallo stilista una Glamorous Peaceful Warrior Woman.
I colori dominanti sono luminosi e caldi come il bronzo e l'oro, il giallo e il sabbia, oltre a una gamma di verdi.
La collezione è ricca di tessuti come l'organza, la garza di seta, il mikado e lo chiffon, ma anche di paillettes e pizzi.
Spicca il gioco di tessuti, volumi e lunghezze degli abiti, molto diversi tra loro. La capacità dello stilista
di creare drappeggi e usare il plissé evidenzia il suo tocco personale caratteristico degli abiti da red carpet.
Immancabili gli abiti nuvola.
Di sera la GPWW si trasforma in una dea avvolta di pizzo, chiffon e organza dipinta a mano, nei toni del rosa, ecrù e bianco.
Una collezione che sicuramente riscuoterà successo tra le numerose star hollywoodiane, come Tyra Banks, che tanto amano Addy Van Den Krommenacker.












                                                                              
                                                                                
                                                                                
                                                                                                                                                            




















Marella Ferrera P/E 2011 "La nave delle spose"

Intervista e backstage di Marella Ferrera per RomeInFashion